Menu

Come togliere le macchie di calcare dal marmo

Il marmo è un materiale incredibilmente elegante ma spesso difficile da curare.

Nell’articolo di oggi ti spieghiamo come togliere le macchie di calcare dal marmo.

Luminoso, terso, arricchito di mille sfumature, effetti e striature. Il marmo è un materiale sotto certi aspetti prezioso, poiché dotato di peculiarità raffinate. Esso vanta inoltre una certa solidità, che gli permette di mantenersi intatto nel tempo e di godere di un posto di privilegio nel mondo dell’edilizia.

Il marmo infatti viene spesso impiegato nell’arredo degli ambienti esterni ed interni, ad esempio come rivestimento di eleganti piscine, come pavimentazione di interni e di scale o per la costruzione di tavoli, mobili e articoli d’oggettistica da tenere sempre in bella mostra.

Questa bellissima pietra naturale, come abbiamo appena detto, si presenta solida e pesante ma è, paradossalmente, anche estremamente fragile se incappa in un incidente.

Inoltre, volendo trovare in esso un altro difetto, bisogna dire che il marmo è molto difficile da smacchiare.

Il problema, a proposito, è tutt’altro che trascurabile, in quanto questo materiale è spesso soggetto ad aloni di calcare o a vere e proprie incrostazioni.

Come agire dunque in questi casi? Lo scopriamo nella lista di consigli di oggi.

Come togliere le macchie di calcare dal marmo

Se avete scelto per la vostra casa una pavimentazione in marmo, avete davvero buon gusto. Tuttavia, scoprirete presto che uno dei difetti di questo materiale è quello di essere particolarmente predisposto alla formazione di calcare. Come rimediare? Con una mirata ed efficace pulizia. Come primo step vi consigliamo di munirvi di un panno asciutto e di affidare sempre a questo la fase finale della pulizia. È proprio l’acqua a favorire l’insorgere di calcare. Per lavare la pavimentazione di questo materiale, esistono comunque dei detergenti specifici che, tuttavia, sono spesso costosi e, il più delle volte,  si rivelano anche inefficaci o troppo aggressivi.

I rimedi casalinghi

Un rimedio utile per la pulizia dei pavimenti – ma in generale per tutti quanti i rivestimenti in marmo –  può essere l’impiego di acqua e ammoniaca, da riasciugare, come abbiamo appena detto, con un panno asciutto e di cotone. Nel caso di un bagno è molto probabile che il calcare vi abbia già raggiunti. In questi casi, il rimedio casalingo cambia: bisogna munirsi di una spugna morbida, di un po’ di sapone di Marsiglia e iniziare a strofinare la zona colpita.

Altro efficace rimedio casalingo ci impone di creare un composto a base di bicarbonato, sapone di Marsiglia e alcool: il bicarbonato, se si parla di calcare, è sempre protagonista.

Le incrostazioni comunque non sono le uniche antagoniste del marmo, che con l’avanzare degli anni viene preso di mira anche dall’ingiallimento.

Sappiamo bene che la bellezza di questa pietra risiede tutta nella sua lucente e bianca superficie.  Per liberarvi di quest’effetto paglierino o terribilmente opacizzato occorre, dunque, fare qualcosa.

In questo caso l’unico rimedio efficace risiede nella pietra pomice che, se unita ad un goccio di detersivo per i piatti, ridarà lustro e nuova linfa al vostro marmo.