• Perché...?
  • Quale...?
  • Quando...?
  • Dove...?
  • Come...?
  • Quanto...?

Quanti sono gli ottomila?

Quando si parla degli "ottomila" ci si riferisce a quelle montagne che superano gli 8000 metri sul livello del mare. Sulla Terra ci sono quattordici vette che possono vantare tale appellativo e si trovano tutte in Asia, per la precisione nelle catene montuse dell'Himalaya e del Karakorum (che è il proseguimento verso nord della catena dell'Himalaya).

Delle quattordici vette, dieci sono collocate nella catena dell'Himalaya:

  • Everest 8848 m
  • Kangchenjunga 8586 m
  • Lhotse 8516 m
  • Makalu 8463 m
  • Cho Oyu 8201 m
  • Dhaulagiri 8167 m
  • Manaslu 8163 m
  • Nanga Parbat 8125 m
  • Annapurna 8091 m
  • Shishapangma 8027 m

E quattro nella catena del Karakorum:

  • K2 8611 m
  • Gasherbrum I 8068 m
  • Broad Peak 8047 m
  • Gasherbrum II 8035 m

Per rendersi conto della maestosità del sistema montuoso Himalayano si consideri che esso conta più di cento montagne che superano i 7200 metri mentre la più alta vetta al di fuori dell'Asia, il monte Aconcagua, nelle Ande, misura "soltanto" 6962 metri.
La teoria più accreditata sulla formazione dell'Himalaya indica come causa la spinta della placca Indo-Australiana contro quella Eurasiatica. Non essendosi ancora esaurita tale spinta si stima che le dimensioni della catena dell'Himalaya stiano ancora aumentando.

Il primo uomo ad aver scalato tutti i quattordici ottomila (tra l'altro in stile alpino e cioè senza ossigeno supplementare) è stato Reinhold Messner. L'impresa fu completata il 16 ottobre 1986.

Media: 3.4 (5 voti)