Menu

Perché ho sempre mal di testa

Le emicranie sono un nemico comune a molte persone. Quando però si fanno insistenti, o si presentano con una frequenza preoccupante, è lecito chiedersi: perché ho sempre mal di testa?

Avere mal di testa riesce a compromettere la riuscita di tutti i progetti e gli impegni presi durante una giornata. È davvero difficile mettersi a lavoro, provare a concentrarsi o godersi la giornata quando si è vittime di una pressione che martella le tempie.

A volte riconoscere la causa di un mal di testa cronico può essere semplice: magari abbiamo dormito poco o siamo provati da un periodo di forte stress.

Altre volte, invece, non si riesce a dare una spiegazione al proprio seccante disturbo.

Prendere un’aspirina in questi casi può essere d’aiuto, ma non quanto arrivare alla radice del problema.

Ecco perché è sempre bene informarsi o consultare un medico.

Nell’articolo di oggi proveremo comunque a raggruppare tutte le cose che potrebbero causare la pressione che senti alla testa.

Vediamone qualcuna.

Perché ho sempre il mal di testa?

Sono tanti i motivi che possono essere alla base della tua cefalea. In genere questi vengono raggruppati in fattori di rischio endogeni e fattori di rischio esogeni.

I primi stanno ad indicare i fattori interni, come la predisposizione genetica, i difetti oculistici, gli sbalzi ormonali dovuti dal ciclo o dalla menopausa, il dolore ai denti, le malformazioni vascolari o i disturbi legati alla cervicale. Tra questi compare ovviamente anche lo stress.

I fattori di rischio esogeni sono quelli attribuiti allo stile di vita di una persona: in questa categoria troviamo ad esempio un’alimentazione sbagliata, l’abuso di alcool, il fumo, l’uso eccessivo di apparecchi telefonici o videogiochi, odori troppo aggressivi o diete troppo rigide.

Come rimediare?

Se hai individuato la causa della tua cefalea in quelle sopracitate tra i fattori di rischio esogeni, allora ti basterà cambiare lievemente le tue abitudini quotidiane o curare il problema alla radice (come ad esempio nel caso dei sintomi premestruali).

Per tutte le altre cause, è possibile invece affidarsi ad una terapia farmaceutica a base di paracetamolo, triptani o ergotaminici.

Quando chiamare un medico?

È sempre bene consultare il medico. Quando però il mal di testa diventa insistente e inspiegabilmente frequente, chiedere il parere di un esperto diventa d’obbligo.

Spesso infatti non si riesce ad individuare la principale causa del proprio fastidio e con l’aiuto di un medico è molto più semplice individuarne l’origine.

È inoltre importante sottoporsi ad una visita approfondita quando si accusa il mal di testa dopo un incidente o una caduta (dunque in caso di trauma cranico), se questo si presenta accompagnato da disturbi neurologici (come l’incapacità di parlare in modo fluido e chiaro o di vedere bene), se colpisce in gravidanza o in modo particolarmente aggressivo.

La febbre alta a volte maschera il dolore al capo ma se lo si avverte in modo chiaro e violento è molto importante recarsi da un medico.

Tutti questi caso sono degli importanti allarmi per capire quando la situazione diventa più grave.