Perché la caldaia fa rumore quando apro l’acqua calda

per chi non è esperto, sentire strani rumori in casa può essere preoccupante. A tal proposito, la domanda che più allarma gli utenti è: perché la caldaia fa rumore quando apro l’acqua calda?

Può capitare, qualche volta, che nel silenzio di una casa quieta possa riecheggiare un sordo o fastidioso rumore. Indagando qua è la e ispezionando l’appartamento da cima a fondo, si può facilmente scovare la fonte di questo piccolo disturbo acustico: quasi sempre, in questi casi, è la caldaia a dare qualche problema.

Non appena ci accorgiamo che a fare tanto trambusto non era il gatto, allora la preoccupazione cresce e ci si chiede se non sia il caso di chiamare un esperto.

Prima di richiedere un intervento tecnico, sarebbe bene imparare a riconoscere i segni di un malfunzionamento, così da poter facilmente estirpare il problema alla radice.

Ecco una lista di tutti i fattori che potrebbero far borbottare la tua caldaia.

Caso n. 1

Per arrivare a capire il problema che,ogni volta che apri l’acqua calda, rende inquieta la tua caldaia, bisogna prima di tutto riuscire a distinguere e definire il rumore che questa rilascia nell’aria. Nei casi più diffusi, si lamenta l’udire di un rumore di tipo metallico. Questo si presenta in genere nella fase d’avviamento, quindi in funzione riscaldamento o anche in funzione acqua calda sanitaria.

Se anche il rumore da voi udito presenta le stesse caratteristiche, allora potreste avere davanti un problema di usura del ventilatore. Quando la caldaia si accende, avvia la combustione del gas metano. In questa fase il ventilatore al suo interno si occupa di liberarsi dei fumi della combustione.

Se la ventola è usurata, con ogni probabilità, finisce per scontrarsi con i tanti altri apparatici meccanici che ha accanto e per provocare questo rumore assordante e metallico.

Cosa fare dunque in questi casi? Con ogni probabilità, avrete bisogno di un nuovo ventilatore. È consigliabile in questo caso richiedere il parere di un esperto del settore.

Caso n. 2

Un secondo caso può essere ben rappresentato con il rumore di acqua che gorgoglia. Se avete come la sensazione di sentire l’acqua ribollire, come quando la si mette sopra una fonte di calore, allora avete un problema allo scambiatore primario. Lo scambiatore ha la funzione di trasferire il calore della combustione per riscaldare l’acqua.

Se abbiamo una caldaia un po’ anziana, può capitare che questo presenti delle incrostazioni di calcare e che venga meno al suo ruolo principale: in questo caso l’acqua non circola regolarmente ed è soggetta a fenomeni di ebollizione. Quello che in questo caso andrebbe controllato è dunque il passaggio dell’acqua.

Caso n. 3

Se invece quello che avvertite è un rumore sordo, molto probabilmente il problema nasce dalla fiamma all’interno della caldaia. Questo accade quando la caldaia si accende in modo scorretto, generando una sorta di piccolo scoppio interno. Anche in questo caso si ha bisogno di un tecnico a cui far controllare la regolazione della caldaia.