Estrattore a freddo: come funziona e perché comprarloEstrattore a freddo: come funziona e perché comprarlo

L’estrattore a freddo, apparentemente, è uno dei regali più ricercati e desiderati negli ultimi anni.

Perché tanta gente lo desidera? A cosa serve? Scopriamolo insieme in questa mini-guida nel mondo della salute e del benessere.

Ogni giorno in televisione sentiamo nutrizionisti e dietologi parlaci di quanto sia importante assumere una certa quantità di frutta e verdura a livello quotidiano.

Vitamine, minerali, antiossidanti sono importanti nella nostra dieta, ma come riuscire a soddisfare il fabbisogno giornaliero?

A questa domanda c’è una risposta ben precisa: estrattore a freddo!

Si tratta di un elettrodomestico che aiuta tantissimo in cucina e migliora la vita di molte persone.

Ci permette di realizzare succhi freschi fatti in casa con frutta e verdura che preferiamo.

È uno strumento che funziona a giri bassi, ciò vuol dire che i prodotti non vengono surriscaldati; quindi, permette loro di mantenere la maggior parte delle vitamine e proprietà.

Volendo ci si può pure divertite in famiglia, cercando di trovare le combinazioni che più ci piacciono in modo semplice ed efficace.

Cos’è?

Preparare bevande e succhi, freschi e salutari, per le nostre colazioni o merende, ora è possibile grazie agli estrattori di succo.

Si tratta di elettrodomestici che sono sul mercato da anni, ma solo nell’ultimo periodo hanno visto la luce della popolarità.

Dal funzionamento semplice e sicuro, si basano sulla spremitura di frutta e verdura tramite una vite che lavora a non più di 40 giri al minuto.

Succo e polpa vengono divisi e ciò che si ricava è un estratto vivo, ricco di proprietà nutrizionali indispensabili per il nostro organismo. Inoltre, anche il sapore ne rimane intatto, rendendo questi drink più salutari e buoni.

Abbiamo a che fare con uno strumento che ci permette di soddisfare il nostro bisogno giornaliero di frutta e verdura, andando ad assumere tramite una bevanda sfiziosa e a disposizione in ogni ora della giornata.

Perché usare un estrattore?

Sono diverse le motivazioni per cui decidere di utilizzare un estrattore a freddo per la nostra alimentazione.

Una di queste è legata prettamente al mondo dei bambini. La maggior parte delle mamme lo sa, convincere i figli a mangiare frutta e verdura a volte è una vera lotta.

Se invece gli si presenta un’alternativa più sfiziosa, apparentemente “meno salutare”, come quella dei succhi, allora sono già più orientati a prenderla. Un consiglio, evitate che abbia il colore verde, il verde è il “male” nella testa dei nostri bimbi.

Un’altra ragione è legata alla digestione, cibi solidi hanno un tempo più lungo di assorbimento, mentre coi liquidi si digerisce in pochi minuti.

Inoltre, la ricezione dei nutrienti è più o meno immediata, e la possibilità di mischiare frutta e verdura ci dà l’occasione di “bere” anche quegli alimenti che tendenzialmente eviteremmo.

Per di più, avendo giri bassi, consuma molta meno elettricità dei cugini frullatori, e questo è un buon punto di forza per gli estrattori.

Quale scegliere?

Capire quale estrattore comprare è una scelta che va ponderata, soprattutto adesso che se ne trovano ovunque e ad ogni prezzo.

Dalla qualità alla quantità di succo possibile da estrarre, alla manutenzione, sono diverse le cose da tenere a mente.

Per questa ragione io vorrei lasciare spazio e consigliarvi questo blog scritto da una ragazza che ha la passione della vita sana, e specialmente dei succhi fatti in casa.

L’ho trovato utile ed interessante perché andava a spiegare “terra-terra” i pro e i contro dei diversi estrattori, in modo genuino e sincero.

Inoltre, ti toglie ore di ricerca su internet perché trovi tutto a portata di click.

Gli svantaggi

Come ogni buon prodotto, anche gli estrattori hanno le loro pecche:

  • Ingombrante, può essere anche il più piccolo estrattore ma se si possiede una cucina piccola bisogna decidere cosa tener dentro;
  • Il costo, estrattori professionali caratterizzati da prestazioni eccellenti, tecnologie avanzate, possono arrivare a prezzi davvero stellari, ma in compenso se ci si accontenta si trovano ottime offerte;
  • Tempi di preparazione, è tutta questione di organizzazione, ovviamente non ottieni il succo in 10 secondi come con una centrifuga, ma se fai altro mentre l’estratto si prepara, indubbiamente non ti accorgerai del tempo che passa.

Cosa fare con gli scarti?

L’estrattore a freddo divide polpa e succo delle bevande che preparate. Queste possono essere riutilizzati per ricette in cucina, come sughi, pesti, torte…

Vengono utilizzati anche per creare marmellate o Hamburger vegani.

In conclusione, gli estrattori possono rappresentare il nuovo migliore amico di ogni appassionato di vita sana.

Con un po’ di creatività si riuscirà ad ottenere succhi fenomenali che soddisfino il vostro palato o quello dei vostri figli.

Non sapete che cosa regalare ad un compleanno o a Natale? Gli estrattori di succo sono sempre ben accetti da ogni mamma e papà. Vedere i propri figli crescere sani e forti con rimedi naturali è l’obiettivo di ogni genitore.