• Perché...?
  • Quale...?
  • Quando...?
  • Dove...?
  • Come...?
  • Quanto...?

Perché si forma la nebbia?

La nebbia è quel fenomeno meteorologico che si origina quando il vapore acqueo che è presente nell'aria condensa in piccolissime goccioline d'acqua che rimangono in sospensione nell'aria, a bassa quota. In generale questa situazione si verifica quando l'aria si satura di vapore acqueo, ossia quando l'umidità relativa della massa d'aria raggiunge il 100%. La quantità di vapore acqueo che può essere contenuta nell'aria dipende dalla sua temperatura e pressione. Se la pressione rimane costante, un aumento di temperatura consente all'aria di contenerne una maggiore quantità, mentre una riduzione ne riduce il quantitativo sino a raggiungere il punto di rugiada, che rappresenta la condizione alla quale il vapore si condensa e forma le goccioline d'acqua.
Quindi, quando una massa d'aria umida si raffredda in prossimità del suolo o di uno specchio d'acqua, in assenza di vento (che consentirebbe un eventuale rimescolamento dell'aria che si sta raffreddando con aria più calda o meno umida), se viene raggiunta la temperatura di rugiada inevitabilmente si avrà la formazione di nebbia. Anche il cielo sereno è un elemento che favorisce la nebbia: il calore irradiato dal suolo si perde facilmente verso l'alto mentre, in condizioni di cielo coperto, parte di quel calore rimane ingabbiato, ed il raffreddamento del suolo è meno intenso.
Va anche detto che la nebbia può iniziare a formarsi anche in assenza di saturazione del vapore nell'aria, se sono presenti i cosiddetti nuclei di condensazione (polveri e smog). Perciò in prossimità di aree inquinate la nebbia può formarsi più facilmente che altrove.

Media: 3.7 (3 voti)